Lingua

Scegli la lingua del sito:

Cerca nel sito

Testo da cercare

Menu di navigazione

Ti trovi in: Home >PARMA >La "Food Valley"

La "Food Valley"

Data news:

Tre percorsi sono nati sotto il segno del gusto, in un territorio la cui gastronomia è rinomata in tutto il mondo e che anche grazie a questa “tradizione” ospita l’Autorità Europea per la Sicurezza Alimentare (E.F.S.A.).

La ricca tradizione enogastronomica di Parma

I prodotti tipici sono valorizzati grazie alla istituzione dei "Musei del Cibo":

1. il Museo del Parmigiano-Reggiano, con sede a Soragna (nella bassa parmense);

2. il Museo del Prosciutto e dei Salumi di Parma, con sede a Langhirano nella zona collinare eletta per la stagionatura

3. il Museo del Salame, dedicato al più rinomato dei salami italiani, che sorge nell’antico Castello di Felino.

 

La ricca gastronomia italiana e parmigiana é, inoltre, celebrata ed esaltata nell'internazionale Scuola di Cucina di Colorno (A.L.M.A.).

La ricca proposta enogastronomica della provincia di Parma è stata ulteriormente valorizzata con l’istituzione di tre Strade dei Vini e dei Sapori di Parma. Si tratta di tre itinerari enogastronomici ad elevata potenzialità turistica contraddistinti da produzioni agricole ed enogastronomiche tipiche e tradizionali di alta qualità, inserite in una cornice di attrattive paesaggistiche, storiche e artistiche che si fondono in una originale unità artistica e culturale. I percorsi accompagnano il visitatore all’interno delle aree di produzione, fornendo le informazioni per visitare le aziende produttrici e i ristoranti che offrono piatti basati sulle tipicità.

La Strada del Culatello di Zibello, che si sviluppa nella Bassa, tutela il re dei salumi e invita a gustare il Parmigiano Reggiano e altri salumi tipici, accompagnati dalla Fortana del Taro.

L’area collinare è, invece, percorsa dalla Strada del Prosciutto e dei Vini dei Colli, ma è anche il regno del tartufo nero di Fragno, una varietà endemica molto prelibata.

La Val Taro, infine, è attraversata dalla Strada del Fungo Porcino di Borgotaro, un altro prodotto che ha dato notorietà internazionale alla gastronomia parmense e che é considerato, non a torto, il vertice assoluto, per gusto e profumo.

I prodotti tipici sono, inoltre, una “porta d’ingresso” verso il territorio parmense: tra una degustazione e un passaggio in caseifici, aziende di stagionatura di salumi, aziende agricole e vitivinicole, sarà facile, infatti, farsi tentare da una visita culturale agli innumerevoli borghi, castelli, pievi, abbazie e chiese che costellano il territorio.

 

Piede di pagina

Fondazione Collegio Europeo di Parma - Borgo R. Tanzi 38/B - 43125 Parma - Tel. +39 0521 207525 - Fax. +39 0521 384653