Premessa

Il nuovo Codice doganale dell’Unione ha introdotto tra i requisiti per mantenere e ottenere l’autorizzazione AEO il rispetto di standard pratici di competenza in capo al richiedente o alla persona responsabile delle questioni doganali. Tali qualificazione si può ottenere completando con profitto una formazione coerente e pertinente in materia di legislazione doganale. Tale attività di formazione è stata esplicitata dal Direttore dell’Agenzia delle Dogane e dei Monopoli che ha fornito con la Determinazione del 25.10.2018 le necessarie indicazioni relative ai contenuti dei corsi.

Il Corso di Perfezionamento in Attività Doganali – Acquisizione degli “Standard pratici di competenza” (artt. 27 Reg. UE n. 2447/2015, 39 d CDU), “COPEDO” è organizzato dal’Università degli Studi di Parma e l’Agenzia delle Dogane e dei Monopoli – Direzione Interregionale per l’Emilia Romagna e le Marche in collaborazione con la Fondazione Collegio Europeo di Parma al fine di incrementare la conoscenza, la ricerca, lo studio e la formazione in materia di attività doganali.

Il Corso “COPEDO” è stato accreditato dalla Direzione Centrale Legislazione e Procedure Doganali – Ufficio AEO, inserito nella lista delle attività formative accreditate consultabile al seguente link della suddetta Agenzia: Operatore Economico Autorizzato – AEO – Attività formativa per il conseguimento della “Qualifica Professionale” ai fini AEO – Elenco corsi approvatiDi conseguenza, soddisfacendo i requisiti soggettivi ed oggettivi richiesti dalla suddetta normativa, il COPEDO rientra tra le attività formative utili al conseguimento della qualifica professionale di cui all’art. 27, p.1 lett. b del RE.

Obiettivi

Il COPEDO è stato concepito nel rispetto di disposizioni quali l’art. 1 della Determina 25.10.2018 del Direttore dell’Agenzia delle Dogane e dei Monopoli, «L’obiettivo principale delle attività formative è quello di erogare il percorso didattico necessario per il conseguimento della qualifica professionale ai fini AEO, richiesto dall’art. 39, lettera. d) del Regolamento (UE) n. 952/2013 (CDU). L’erogazione della formazione può avvenire in modo flessibile, in aula o “mista”, ossia parte in aula e parte a distanza. Nell’ipotesi di formazione “mista” dovranno essere erogate in aula non meno di 32 ore».  Quanto all’esame finale e al conseguimento del titolo, ai sensi dell’art. 4 della Determina del 25.10.2018 è prevista la certificazione delle competenze del partecipante attraverso una prova scritta e un esame orale che si svolgeranno a fine corso in data da definire. L’attestato rilasciato farà menzione, oltre che dell’accreditamento, dei contenuti dell’attività formativa e delle modalità di accertamento delle competenze, anche del rispetto del dettato normativo, di cui al combinato disposto degli artt. 39 lettera d) del CDU e 27, par 1, lett b) del RE, come prescritto dall’art. 4, comma 2, della Determina dell’Agenzia delle Dogane del 25.10.2018.

Destinatari

La formazione in materia doganale offerta dal presente corso è destinata a soggetti (laureati e non) che rivestono o intendono rivestire ruoli aziendali di primaria responsabilità ad impatto doganale (ad esempio, capo settore import/export, responsabile sicurezza/supply chain, customs manager, responsabili fiscali e doganali ecc.), oltre che a liberi professionisti interessati a siffatte tematiche. Il titolo acquisito con il corso ha una valenza importante anche per chi è alla ricerca di un impiego presso aziende che operano nei mercati internazionali.

Programma

Il corso consta di 92 ore di lezione frontale e di esercitazioni pratiche. Le lezioni sono organizzate in unità di 4 ore e si svolgeranno principalmente il sabato e, solo in casi particolari, il venerdì. Nel complesso sono previste 23 unità di lezione (totale 92 ore), con inizio a febbraio 2020 e termine entro il mese di luglio

Scarica il programma e il calendario (provvisorio) del corso

Esame finale e conseguimento del titolo (art. 4 Determina 25.10.2018)

Il corso prevede la certificazione delle competenze del partecipante attraverso una prova scritta e un esame orale che si svolgeranno a fine corso in data da definire. Tali prove rappresentano la parte finale della valutazione, che si aggiunge – completandole – a tutte le verifiche di apprendimento svolte al termine dei moduli.
L’attestato rilasciato farà menzione, oltre che dell’accreditamento, dei contenuti dell’attività formativa e delle modalità di accertamento delle competenze, anche del rispetto del dettato normativo, di cui al combinato disposto degli artt. 39 lettera d) del CDU e 27, par 1, lett b) del RE, come prescritto dall’art. 4, comma 2, della Determina dell’Agenzia delle Dogane del 25.10.2018.

Iscrizioni

Il Corso verrà attivato, qualora sia raggiunto il numero minimo di 10 iscritti. È previsto un numero massimo di 30 iscritti, salva diversa indicazione. Parteciperanno al corso i primi 30 preiscritti o, in caso di loro rinuncia, a scorrimento coloro che saranno collocati in posizione utile.
Le iscrizioni sono aperte dal 20 dicembre 2019 al 27 febbraio 2020. Per iscriversi, è necessario innanzitutto inviare la domanda di preiscrizione (pubblicata al seguente indirizzo https://www.sea.unipr.it/it/node/6495), scansionata con allegato un documento di identità in corso di validità, a mezzo mail al seguente indirizzo: luca.dinella@unipr.it (farà fede la data e l’ora di invio della domanda risultante dalla predetta mail).
Quando verrà raggiunto il numero minimo di 10 preiscritti, verrà inviata la scheda di iscrizione per perfezionare l’iscrizione stessa e per pagare la quota di € 1.200,00 (comprensivi di € 2.00 per la marca da bollo), la quale dovrà essere versata in un’unica soluzione secondo quanto indicato nel predetto modulo.

Scarica la domanda di preiscrizione